Bioenergetica

La vita di oggi è molto frenetica e ci porta ad essere concentrati sui nostri pensieri e a trascurare il corpo. Molte delle attività che facciamo sono sedentarie e ripetitive e anche questo favorisce un accumulo di pensieri e un corpo sempre meno sentito e vissuto. Anche la pratica sportiva spesso è legata ad ottenere delle prestazioni che superino i limiti del corpo e raramente è dedicata all’ascolto e al rispetto di esso.

Il corpo così dimenticato accumula contratture, tensioni, dolori e malesseri.

Anche le emozioni possono essere difficili da gestire, a volte sono sconosciute, altre volte sono negate, altre volte sono troppo presenti e troppo forti ma difficili da esprimere in modo equilibrato.

Attraverso la bioenergetica si compie un lavoro integrato sulla mente sul corpo e sulle emozioni e la pratica costante favorisce un riequilibrio di queste tre importanti aspetti della persona.

La bioenergetica, oltre a favorire il rilascio delle tensioni corporee ed emotive, rafforza l’attitudine di stare nel proprio corpo e quindi la capacità di vivere la vita con radicamento, di esprimersi, di ascoltarsi, di respirare in modo libero ed ampio.

“La bioenergetica è una tecnica terapeutica che si propone di aiutare l’individuo a tornare ad essere con il proprio corpo e a goderne la vita con quanta pienezza possibile. Questo risalto dato al corpo comprende la sessualità, che ne è una delle funzioni fondamentali. Ma comprende anche funzioni ancor più basilari come quelle di respirare, muoversi, sentire ed esprimere se stessi. Una persona che non respira a fondo riduce la vita del corpo. Se non si muove liberamente, limita la vita del corpo. Se non sente pienamente, restringe la vita del corpo. E se reprime la propria autoespressione limita la vita del corpo”

Alexander Lowen

La bioenergetica è attualmente uno dei più importanti approcci psicologici a mediazione corporea e si orienta in due direzioni:

  • parte psicoterapeutica
    Denominata analisi bioenergetica. Una persona che va da un analista bioenergetico svolge un lavoro in cui il corpo fa parte della terapia: oltre a un lavoro verbale di analisi c’è un lavoro attraverso il corpo sull’identità e sulla personalità.
  • parte psicopedagogica
    La bioenergetica in questa sua direzione consente a tutti, anche a chi non lavora su di sé attraverso una psicoterapia, di conoscersi meglio, di sperimentarsi, di lavorare su di sé, di imparare ad autogestirsi. Questo tipo di approccio è quello adottato principalmente nelle classi di esercizi bioenergetici. Prevalentemente si tratta  di un lavoro antistress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *